Cecco Angiolieri – Dante Allaghier, Cecco, tu’ serv’ amico

Dante Allaghier, Cecco, tu’ serv’ amico,
si raccomand’ a tte com’ a segnore;
e sì tti prego per lo dio d’Amore,
il qual è stat’ un tu’ signor antico,
che mmi perdoni s’i’ spiacer ti dico,
ché mmi dà sicurtà ‘l tu’ gentil cuore:
quel ch’i’ vo’ dire è di questo tenore,
ch’al tu’ sonetto in parte contradico.
Ch’al meo parer nell’una muta dice
che non intendi su’ sottil parlare,
di que’ che vide la tua Beatrice;
e puoi hai detto a le tue donne care
che be llo ‘ntendi: e dunque contradice
a ssé medesmo questo tu’ trovare.

Cecco Angiolieri

Autore: Giacomo Arru

I’m CEO @ BETA Technologies. I love all kinds of art, especially poetry.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.